soundmagazine

Recensioni / Recensioni Album . “What Still Remains” di Short Fuse

“What Still Remains” di Short Fuse

Recensione a cura di Luca Malinverno

Diciotto minuti di furia hardcore, questo è quanto i romani Short Fuse hanno da offrire in “What Still Remains”, disco che riesce a coinvolgere l’ascoltatore sin dalle prime battute, richiamando alla memoria le uscite post 2000 di una label storica per il genere quale Bridge Nine.
Sì, perché old-school è la parola d’ordine del quintetto, con brani contraddistinti da testi al vetriolo, cori a supporto e ritmiche costantemente bilanciate su un quattro quarti spezzacollo. Cosa chiedere di meglio? Nulla, se si pensa poi che ogni brano contenuto in questo lavoro è confezionato su misura per dare il meglio di sé on stage beh, il gioco è fatto.
Se siete cresciuti ascoltando band incredibili come Champion, Have Heart e Bane una chance a questi Short Fuse fossi in voi gliela darei!

https://www.facebook.com/shortfuseroma/

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Lascia questi due campi così come sono: