soundmagazine

Recensioni / Recensioni Album . “Rockammorra-Guru” di Joe Petrosino & Rockammorra Band

“Rockammorra-Guru” di Joe Petrosino & Rockammorra Band

Recensione di Davide Ginola

Recensire un disco di Joe Petrosino senza poter assistere ai trascinanti live della sua band (li ho visti spesso in giro per la Campania) non permette al lettore di comprendere appieno la forza incredibile di questo chitarrista, cantante, capobanda, e non rende merito a tutti gli incredibili musicisti che suonano con lui.
“Rockammorra” è un lavoro sincretico, una “mezcla” tra rock e la tammorra, l’antica musica del sud fatto di magia narrato da Ernesto De Martino.
“A’ festa” è ciò che dice il titolo stesso del brano: una festa di suoni, colori, luci, impossibile non ballare e non farsi portare dal ritmo. “GenteStrana” è un brano più malinconico, sofferto, sulla difficoltà di spiegare agli altri quale è il nostro essere. “Guru” è un brano magnifico, una storia di amicizia strettissima, una fratellanza di sentimenti e intenti. La canzone che da il titolo al disco, “Rockammorra”, è un’incursione nell’electro rock che si porta in questi ultimi anni, con un basso ballabile come pochi, con una improvvisa commistione con mandolini, chitarre: una delle tracce preferite del sottoscritto…“pigl’ na chitarr’ e miettit’ a sunà” un obbligo al quale ci assoggettiamo ben volentieri!
“Suonami il mondo” ci avvicina al reggae e alla Jamaica del mito Bob Marley.
“Vesuvius” ha suoni arabeggianti, dedicata alla montagna “bella e fetente”, il Vesuvio, sogno e incubo dei napoletani.
Joe Petrosino & Rockammorra band, un nome del quale sentirete presto parlare.

Tracklist:

1 – Guru
2 – A’ festa
3 – GenteStrana
4 – Rockammorra
5 – Suonami il mondo
6 – Vesuvius
7 – Basta ‘na canzone
8 – Ciro e Giuvann
9 – Mercante
10 – Capa tosta
11 – ‘A festa
12 – Gente strana

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Lascia questi due campi così come sono: