soundmagazine

Recensioni / Recensioni Album . “Malamente” di No More Fear

“Malamente” di No More Fear

Recensione a cura di Paolo Malinverno

Vent’anni di death metal sono un traguardo che solamente i più tosti sanno ottenere, specie in Italia. Tra questi troviamo sicuramente gli abruzzesi No More Fear, che per festeggiare al meglio questo importante step hanno pensato bene di pubblicare prima una raccolta intitolata “1996-2004 First Recordings and Rarities” e poi un nuovo album, “Malamente”.
Ovviamente ci concentreremo su quest’ultimo, che arriva a ben quattro anni di distanza da “Mad(e) In Italy”, concept album sui malcostumi italiani.
Malamente” segue a ruota lo stesso concept, concentrando il tutto in sette brani di puro odio. Il loro approccio è vecchia scuola, vale a dire attaccati gli strumenti partire in quinta aggredendo chiunque si trovi di fronte a loro. Un metodo di gioco che sicuramente nel loro caso paga, perché basta pigiare play e l’intro “western oriented” di “Morte e orazione” fa ben intendere che qui di scherzare non se ne ha voglia, anche perché da “Mare Mortum” si torna a masticare musica estrema, con intermezzi “melodici” che danno ossigeno a trame sonore fitte al limite del mal di testa. La qualità di questo lavoro è di gran lunga superiore al suo predecessore, forse perché la band si è presa i giusti tempi per dare vita a un prodotto completo sotto ogni aspetto o forse perché dopo quattro anni si sentiva davvero la mancanza di qualcosa del genere. Un brano su tutti? Sicuramente “The Boss Letter” che a tratti ricorda molto i primi Behemoth. Signore e Signori, il Padrino è tornato!

https://www.facebook.com/nomorefearofficial

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Lascia questi due campi così come sono: