soundmagazine

Recensioni / Recensioni Album . “Il vecchio mondo” di Gattamolesta

“Il vecchio mondo” di Gattamolesta

I Gattamolesta si lanciano nel panorama musicale italiano con un disco folk divertente e pieno d’energia. Certo, il loro genere non ci è nuovo, già suonato da anni da gruppi come Modena City Ramblers e Bandabardò, ma rimane piacevole, poichè “Vecchio Mondo” è un disco assai variegato, in cui c’è un’attenta scelta tra influenze folk, punk, reggae, chitarre flamenche e tex-mex. “Urban folk” è la definizione che si è data la band e credo calzi assai bene.
Parlando di contenuti, s’avverte un trasporto emozionale brillante, all’insegna della critica sociale, all’amore, alla morte, all’amicizia, il tutto condito con un entusiasmo contagioso.
Se posso muovere una piccola critica, è sul cantato non sempre all’altezza e sull’eccessiva “compattezza” dell’intero lavoro, che ai primi ascolti risulta essere un po’ pesante, seppur gli arrangiamenti siano assai immediati.
Nel complesso rimane comunque un discreto lavoro, che ha delle intuizioni davvero carine, ma che ha piccoli limiti che lo appiatiscono leggermente dopo il pezzo d’apertura, che fa davvero il botto.
Da ascoltare assolutamente live, per goderne a pieno della grande vitalità e ballare a dovere.

 

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Lascia questi due campi così come sono: