soundmagazine

Recensioni / Recensioni Album . “Ere” di Storm{O}

“Ere” di Storm{O}

Recensire un disco degli Storm{O} non è mai semplice per me, un po’ per l’amicizia che mi lega al gruppo ma soprattutto l’essere un grande fan del gruppo stesso. Quindi cercherò di essere il più obiettivo possibile, anche se non è facile con lavori di grande caratura come questo.
“Ere” è il secondo lavoro del quartetto veneto, a distanza di 4 anni dal precedente “Sospesi Nel Vuoto…” (ringraziamo anche il gruppo per aver scelto un titolo decisamente più breve per questa nuova uscita), un album che aveva già sorpreso e conquistato molta gente, ritagliando loro un posto privilegiato nel panorama underground nazionale.
Con questo album i ragazzi riprendono in mano le redini del percorso iniziato 4 anni fa espandendo ulteriormente il loro universo sonoro: Storm{O} è caos. Storm{O} è follia. Storm{O} è poesia. Sono questi i tre dettami fondamentali per abbracciare profondamente la loro musica. Da qualche parte ho letto che il gruppo fa “post qualsiasi cosa” e seppur con un sorriso non posso essere che d’accordo. Perchè nel calderone sonoro del quartetto convergono post hardcore, mathcore e screamo tra Ebullition e leggende nostrane come La Quiete e affini. Il tutto suonato con una precisione millimetrica, e non vale il “eh ma in studio sono bravi tutti”, perchè dal vivo suonano uguale e prima ti fanno cadere la mandibola per lo stupore e poi te la strappano con la violenza che esce dalle casse.
Un’intelaiatura sonora resa ancora più intrigante dai testi di Luca che si erge a poeta del disagio dello spettro delle emozioni umane, regalando un pathos non indifferente alle trame intricate di Giacomo, supportato nella sua follia sonica dall’arcigna sezione ritmica di Federico e Gabriele.
Difficile scegliere una canzone piuttosto che un’altra, direi che i singoli “Lama” e “Mantra” sono un buon inizio per avvicinarsi all’album, anche se consiglio l’ascolto in toto di “Ere” perchè scorre come un libro, e leggere i capitoli a caso funziona solo per i libri game di Lupo Solitario.
Quindi mettetevi comodi e fatevi rapire da queste 13 schegge di follia sonora. Non ve ne pentirete. Sempre sul pezzo, sempre i migliori. Una garanzia.

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Lascia questi due campi così come sono: